ANTRO NERO (Vallone di Sea, Piemonte) – new routes and restyling

117316405_612584935907584_1301828780246576626_o

Antro Nero

1 – NO PLACE FOR ORDINARY PEOPLE
Prima salita: E. Bonfanti, P. Giannattasio, G. C. Grassi, F. Melina 11/1988
Restyling: M. Oviglia e M. Barbi, 8/2020
Sviluppo 55 metri
Difficoltà: I/RS2 6c (6a obbligatorio)
Materiale in posto: 3 spit fix nel primo tiro e le soste attrezzate per la doppia
Materiale occorrente: una serie di friend sino al 3 raddoppiando dallo 0,3 sino all’1. Utili microfriend o nut
Bella via anche se breve con scalata prevalentemente in fessura ad eccetto di un bel traverso in placca. Il secondo tiro è un fantastico diedro ad incastro interamente proteggibile.
Attaccare sulla destra della parete nera sormontata dall’evidente tetto. Superare un gradino e salire esili fessurine (#0,3/0,5) in direzione di uno spit. Continuare sino ad un terrazzino. Traversare orizzontalmente in placca quasi verticale su tacche (2 spit, 6a obbligatorio) sino al diedro fessura. Risalirlo con arrampicata atletica raggiungendo un terrazzo, S1 su spit, 35 metri (6b).
Immettersi nel diedro con un passo molto difficile poi continuare in opposizione o spaccata sfruttando la fessura ad incastro di mano stretta sin sotto il tetto. Traversare a destra in piena esposizione (allungare le protezioni) ed uscire per un fessurino strapiombante (#0,3/0,5, rimasto chiodo in posto insicuro in uscita) in cima alla parete, S2, 20m (6c). Discesa con una doppia di 40 metri esatti.
————————————-
2 – VECCHIE VOLPI
Prima salita: Maurizio Oviglia e Eugenio Pinotti 7 agosto 2020, dal basso
Sviluppo 50 metri
Difficoltà: I/S1 6c+ (6a obbligatorio)
Materiale in posto: la via è interamente chiodata a spit
Materiale occorrente: 12 rinvii, una corda da 80 m
Breve ma bellissima via sportiva, su roccia nera ma di ottima qualità.
A sinistra di una fascia di tetti con blocchi, all’estremità sinistra della Torre di Gandalf e dove comincia il settore noto come Antro Nero, attaccare sulla evidente linea a spit.
Salire su roccia verticale inframmezzata da piccoli tetti sino a sfiorare la via No place of ordinary People che proviene da sinistra. Superare due tetti più sporgenti e traversare delicatamente a destra. Il ribaltamento in sosta è più difficile di quel che appare, S1 30m.
Sopra la sosta salire per roccia verticale nera, ristabilirsi sulla bellissima placca e scalarla su piccole tacche. Raggiungere un diedrino (uno spit poco più distante ma sul facile, utile ma non indispensabile un friend 0,5) e quindi la sosta in comune con Sfarfallando. Discesa con un’unica doppia.
————————————-
3 – SFARFALLANDO
Prima salita: Maurizio Oviglia e Paolo Atzori 5 agosto 2020, dal basso
Sviluppo 55 metri
Difficoltà: I/RS2 6c+ (6b obbligatorio)
Materiale in posto: 1 spit fix nel primo tiro, 5 nel secondo e le soste attrezzate per la doppia
Materiale occorrente: una serie di friend sino al 3 raddoppiando dallo 0,3 sino al 2. Utili microfriend o nut
Scalata molto fisica in diedro e tetto nel primo tiro, più tranquilla e rilassante nel secondo. La via attacca in comune con Alchimia dei Maghi e poi traversa a sinistra su tetti.
Attaccare per Alchimia dei Maghi scalando un diedro subito difficile e continuo, spit nei primi 10 metri, poi da proteggere. Raggiunta la radice del tetto traversare a sinistra utilizzando la fessura rovescia. Terminato il tetto un passaggio difficile permette di afferrare una seconda lama rovescia, avendo cura di non alzarsi troppo. Traversare ancora (1 spit) e uscire in sosta con un passaggio obbligatorio, S1 30 m (complessivamente 6c+).
Alzarsi sopra la sosta in un diedrino con lame, guadagnando un terrazzino. Scalare un diedro a grandi tacche sin sulla placca (spit distanziati) raggiungendo con piacevole arrampicata la cima della struttura, S2 30m (6a). Discesa con una sola doppia di 40 metri esatti
su maillon da 10mm.
————————————-
4 – ALCHIMIE DEI MAGHI
————————————-
5 – SORGENTE PRIMAVERILE
————————————-
Per l’accesso e le altre vie riferirsi alla guida VAL GRANDE VERTICALE, M. Blatto, L. e M. Enrico, E. Bonfanti, Idea Montagna ed. 2019
Englishitaly